Scienze della formazione primaria 2012/13, alzato il punteggio minimo per l’accesso

Lalla – Nel Decreto Ministeriale 3 agosto 2012 n. 243 che definisce le modalità di svolgimento e le caratteristiche delle prove di accesso al corsi di laurea in Scienze della formazione primaria vi è una novita per quanto riguarda il punteggio minimo di accesso. Lo scorso anno per superare lo scoglio era necessario conseguire 60/80, nell’a.a. 2012/13 invece il punteggio sarà di 55/80.

Sovrannumerari al TFA, controllate gli avvisi delle Uni per le iscrizioni

Lalla – Oltre ai posti disponibili per il TFA ordinario e in attesa dei TFA speciali, un’altra possibilità per conseguire l’abilitazione è data dal fatto di essere ammessi come sovrannumerari. Si consiglia agli interessati di controllare gli avvisi delle Università nelle quali non si è ancora provveduto a formalizzare l’iscrizione.

Firenze, vaghe indicazioni vaghe sui contenuti della prova scritta

inviata da Stefania – Solo oggi, 22 agosto, l’università di Firenze ha pubblicato i contenuti della prova scritta della classe di concorso A043 che si terrà il 05 settembre. Già così mi chiedo se sia legale dare un preavviso così breve. Passo successivo: lettura. Non si capisce in concreto quali siano gli argomenti, almeno in alcuni casi. Ad esempio, cosa significa nello specifico che la domanda di lingua italiana chiederà un’analisi del testo, ovvero l’individuazione di fenomeni rilevanti dal punto di vista storico linguistico e grammaticale?

Prove scritte diverse, ma abilitazione uguale per tutti

inviata da Giulia – Gentile redazione,volevo unirmi ai colleghi che, giustamente, lamentano la quasi totale assenza di informazioni e linee guida importantissime per la seconda prova del Tfa, per molti già vicinissima nonostante i dilatati tempi di correzione e le tante polemiche. Alcune università (potrei anche citarle) hanno invece deciso non solo di fornire le giuste indicazioni sulle modalità ed i tempi (per non parlare delle date molto più favorevoli!)…ma anche delle utilissime e specifiche informazioni sul programma da studiare che limitano l’immensa quantità di studio ad un buon 25% del totale!!!!

Prove scritte per due classi di concorso in due Atenei diversi coincindono

inviata da Claudia – Buongiorno Lalla, le scrivo per denunciarle un fatto, ai miei occhi, gravissimo. Ho affrontato i test preliminari per due classi di concorso diverse, presso due atenei universitari diversi; in particolare la A071 presso l’Università degli Studi di Bergamo e la A016 presso il Politecnico di Milano. Con gioia ho saputo di aver superato entrambi i test, ma ecco la batosta: le date delle seconde prove coincidono, per entrambe le due classi di concorso il 20 Settembre.

A Bologna informazioni più dettagliate su prove scritte solo per chi riesce a contattare la Commissione

inviata da Daniela – In riferimento a quanto affermato da Elisabetta a proposito della prove scritte del TFA presso l’Università di Milano vorrei segnalare quanto accade presso l’Ateneo di Bologna.Sul sito unibo.it, in merito ai contenuti della prova scritta per la classe A051(Italiano e latino nei Licei), si legge:

TFA: una proposta per il futuro, una soluzione per il presente

inviata da Giovanni – Ieri mattina, mentre sorseggiavo un buon caffè ed ascoltavo il sottile canto degli uccellini, ho letto della proposta dell’ex ministro dell’istruzione G. Fioroni su come impostare il TFA i prossimi anni. Personalmente non condivido affatto la proposta del Fioroni. Perchè creare ulteriori complicazioni in un percorso universitario già complicato dalla discutibilissima riforma del 3+2?

Ricordiamoci che comunque l’abilitazione ci porterà solo nella II fascia delle graduatorie di istituto

inviata da Antonio – A proposito di quest’ultimo "PAPOCCHIO" o meglio definirlo con il proprio nome TFA, leggo di colleghi che fanno proposte, inviano pareri e chiaramenti ognuno ha una soluzione o una tesi e che molto spesso è in controtendenza rispetto ad altri che invece avvalorano un’altra più congeniali ai loro problemi. Chiaramente sono opinioni e vanno rispettate e forse qualcuna è anche abbastanza plausibile. Quello che invece non mi trova d’accordo è l’osannare o mettere alla gogna le diverse tipologie di selezioni. Vanno tutte bene, se non ci mettono le mani gli incompetenti. Forse alcune sono più oggettive ed altre meno ma se fatte bene hanno tutte la stessa valenza.

Venezia, rinviate a data da destinarsi prove scritte Cinese, Neogreco e Arabo. Confermate le altre classi di concorso

Lalla – Alcuni degli interessati stanno protestando in questi giorni nel tentativo di far rinviare le prove scritte presso l’Università di Venezia, in calendario già dalla prossima settimana, mentre altre Università hanno proposto calendari meno serrati, con prove addirittura ad ottobre. In effetti alcune classi di lingue sono state rimandate, ma secondo noi il motivo non è legato alla protesta, infatti Spagnolo rimane il 28 agosto.