Chiarimenti su documento Cineca del 22 agosto su correzione test TFA

Lalla – Il Cineca chiarisce le modalità di revisione del test TFA e noi chiariamo il documento del CINECA. Scusate il bisticcio di parole, ma la pubblicazione nel pomeriggio del 22 agosto di un comunicato del CINECA ha destato nuovo allarme tra i docenti, alcuni dei quali convinti che ci sia stata una nuova correzione dei test, dopo quella del 10 agosto. Non è così e vi spieghiamo come leggere il documento.

Milano, delle prove scritte solo il calendario. No durata, no contenuti.

inviata da Elisabetta – Buongiorno, scrivo per segnalare che, tra le varie Università che “tergiversano” in merito alle indicazioni per la prova scritta del TFA, l’Università Statale di Milano non fa eccezione. Sono indicate solo le date, non vi è traccia d’informazioni nemmeno sulla durata o sugli strumenti consentiti, o, per esempio, su un’eventuale prova pratica per le materie scientifiche (nel bando c’è scritto che potrebbe essere prevista, sarebbe utile saperlo prima del giorno della prova). Considerando che il primo scritto sarà il 10 settembre, rischiamo di arrivare ben oltre la soglia dei venti giorni.

Test TFA: non riusciamo a metterci d’accordo nemmeno sulla comprensione della lingua italiana?

inviata da Carmelo Giudice – Illustrissimo signor Ministro, negli ultimi mesi le più alte cariche dello Stato e gli organi di governo istituzionali, in nome e per conto del popolo italiano, hanno profuso il massimo impegno al fine di creare le condizioni per un recupero di credibilità e prestigio della nostra nazione nel contesto internazionale planetario.

Non ammessi al test TFA: i sindacati ci aiutino

inviata da Cristina – Abbiamo protestato in tantissimi per come è stato gestito dal MIUR questo incredibile “pasticcio” dei test, ci siamo fatti sentire con grande forza e coraggio. Adesso però che le Università si stanno organizzando per le prove scritte e il silenzio dei ministri diventa sempre più assurdo dobbiamo essere aiutati ed i sindacati devono scendere in campo al nostro fianco per avere giustizia per tutti i candidati, per chi ha passato il test in prima istanza, per chi è stato ripescato grazie agli abbuoni e per chi, come noi, è rimasto escluso per mezzo punto perchè paradossalmente ha avuto la sfortuna di iscriversi ad un test dove hanno abbuonato poco.

Prove scritte a Venezia confermate per il 28 agosto: la macchina del TFA non si ferma

inviata da Elisabetta – Buonasera,mi ha fatto molto piacere leggere che anche altri vogliono mettere in evidenza lo svantaggio, a causa del minor tempo per la preparazione, con il quale gli ammessi in seconda istanza affronteranno le seconde prove, soprattutto per coloro iscritti in quegli atenei nei quali le selezioni inizieranno la prossima settimana.