Test TFA: difficile continuare a credere nel rigore delle selezioni

Lalla – Il pasticcio che in un solo mese si è venuto a creare intorno al TFA ha tolto alla selezione per accedere al corso il rigore che invece gli estensori della norma a nostro parere avevano voluto conferirle. Parlavamo ieri di rimedio peggiore del male, nel momento in cui (per evitare contestazioni), sono state date come buone per tutti domande che non sono state segnalate come non corrette. A questo punto si chiede al Ministro Profumo uno sforzo di trasparenza: pubblichi le motivazioni addotte per la revisione di ogni singolo test.

La percentuale dei quesiti annullati nei test TFA per ogni classe di concorso

segnalato da Elisabetta – In un precedente articolo avevamo evidenziato come i quesiti del Tirocinio Formativo Attivo – il corso annuale organizzato dalle università che dovrebbe concedere l’abilitazione per l’insegnamento nelle varie classi di concorso delle scuole, per la modesta cifra di iscrizione di 2.800 euro – fossero stati mal concepiti e come avessero portato in alcune classi concorsuali ad una vera e propria falcidia di concorrenti.

Chi ha avuto 20,5 deve poter accedere alla seconda prova selettiva

inviato in redazione – Gentile Ministro Profumo e Gentile commissione (Dott.ssa Stellacci), Sono una docente non abiliata con quasi dieci anni di servizio alle spalle, che il 13 luglio si è sottoposta alla prova pre-selettiva Tfa di francese. E’ inutile dire quanto mi fossi sentita avvilita e delusa quel 13 luglio, dopo un anno di studio, mi sono trovata di fronte ad un numero considerevole di domande sbagliate, mal poste, ambigue o che ammettevano più di una risposta.

Revisione test TFA: Non si poteva abbassare la soglia in proporzione alla domande annullate?

inviato da Elisabetta – Gentile redazione di Orizzontescuola, vi scrivo per unirmi alla protesta contro la revisione dei test, ma anche per proporre una soluzione che a mio avviso sarebbe stata meno iniqua. Dall’inizio sono stata una sostenitrice dell’ipotesi di abbassamento della soglia di ammissione, ma spesso mi veniva obiettato che non era possibile modificare le condizioni poste dal bando dopo lo svolgimento della prova.

Necessari TFA speciali per i docenti di ruolo

inviato da Patrizia – Sono insegnante elementare di ruolo dal 1992, prima del ruolo ho fatto concorsi, supplenze, aggiornamenti, ho anche conseguito l’ abilitazione per il sostegno. Mi sono laureata, lavorando e studiando, nel 2005. Proprio perchè di ruolo alla scuola primaria, non ho mai effettuato giorni di supplenza alla scuola media o superiore: impossibile lasciare il certo per l’ incerto!

Tfa chi ha sbagliato viene premiato!

inviato da Maria Teresa – Spett.le Redazione, chiedo umilmente di pubblicare anche questa mia lagnanza su come si siano svolti i test tfa! Ho partecipato sia per la classe A051 che per le classi A034 e A050 e in entrambe non sono stata ammessa! Sottolineo innanzitutto che tutte le risposte contestate le avevo indovinate, sia per intuito che per fortuna o perchè conoscevo le risposte!

L’unica soluzione al pasticcio? Ammettere i promossi direttamente al tirocinio.Ovvii i motivi

inviato da Marco – Innanzitutto le domande errate, troppe.Avete capito bene..non si è trattato di correggere le risposte ma più che altro le domande. Quando i più alti tecnici arrivano a dire che la speciazione è l’aumento di individui di una popolazione e la fotosintesi è il consumo di O2 allora il Ministero DEVE ammettere che gli esaminati che han superato le prove ne sanno più degli esaminanti e decidere di ammetterli tutti all’anno formativo. Se la vedranno poi al concorso finale.