Alla ricerca di una soluzione per PAS infanzia e primaria

“Ai ripetuti annunci da parte del #MIUR di una imminente risoluzione dell’avvio dei Percorsi abilitanti Speciali anche per infanzia e primaria, ci aspettavamo seguissero i fatti. Invece tutto tace, e la sorte di migliaia di docenti precari è ancora appesa alle decisioni e alla disponibilità delle Università”. E’ quanto ha dichiarato il Sen. Aldo Di Biagio, vice presidente vicario del gr uppo “Per l’Italia” al Senato.

PAS: non devono essere i corsisti a cercarsi la regione in cui sia attivata la propria classe di concorso

red – Ieri un incontro al Miur con sindacati e rappresentanti delle Università. Ancora molta confusione, ma sembra che il Ministero abbia chiarito che resta di competenza degli Uffici scolastici regionali l’individuazione delle soluzioni (accorpamenti, accordi di rete, corsi a distanza, ecc.) per i corsi non attivabili in quel territorio.

PAS infanzia e primaria: prime indiscrezioni sulle regioni (Campania, Sicilia, Calabria) disponibili all’attivazione

red – Il Miur ha riaperto la banca data RAD fino al 23 gennaio per consentire alle sedi dei corsi di laurea di Scienze della formazione primaria di caricare la propria offerta formativa per l’avvio dei PAS per infanzia e primaria. In attesa dei risultati ufficiali, qualche indiscrezione.

Miur attiva PAS per infanzia e primaria con priorità nelle sedi di Scienze della formazione primaria. Ma queste ultime aderiranno all’invito?

red – Con nota del 14 gennaio 2014 il Miur riapre la banca dati in cui le Università, in questo caso sedi di Scienze della formazione primaria, potranno caricare la propria offerta formativa per l’attivazione dei PAS per infanzia e primaria. Potrebbe essere questo il modo per superare la mancata disponibilità delle Università? Lo sapremo quando sarà nota l’offerta. Intanto controlla in quali sedi nell’a.a. 2013/14 è attivo il corso di Laurea in Scienze della formazione primaria.

PAS primaria e infanzia: si sblocca la situazione. Corsi nelle sedi di Scienze della formazione primaria

red – Al fine di valorizzare e tutelare gli aspetti qualitativi dei percorsi PAS, il MIUR procederà ad autorizzare i percorsi prioritariamente presso le Università sedi di corsi di Laurea in Scienze della formazione primaria classeLM 85 bis

Le risposte della Stellacci alle istanze del FLI sui TFA e corsi per ITP, diplomati e strumento musicale

comunicato FLI - Le istanze rappresentate da Futuro e Libertà al Ministro Profumo durante il colloquio richiesto dal Dipartimento Scuola e dai deputati di FLI, trovano un primo riscontro nella risposta del Capo Dipartimento del MIUR dott.ssa Lucrezia Stellacci.

La risposta, dettagliata e articolata sui punti che Futuro e Libertà aveva rimarcato con forza nel corso dell’incontro, induce ad un certo ottimismo circa ulteriori margini di intervento politico da parte di FLI.

L’associazione Adida ottiene un importante risultato con l’incontro di Roma del 7 luglio

ADIDA – L’associazione di docenti di III fascia Adida, il 7 luglio, ha ottenuto un risultato importante d’impegno politico in relazione alle ultime dichiarazioni del MIUR e agli emendamenti proposti al DM 249/2010 (TFA, tirocinio formativo attivo), durante l’ incontro pubblico che si è tenuto a Roma, all’Auditorium via Rieti”.

TFA speciali – Anche il CNPI dà ragione all’Anief: per accedere ai corsi abilitanti bastano 360 giorni di servizio svolto

Ufficio Stampa Anief – L’Anief lo ripete da tempo, al mondo della scuola e ai giudici dei tribunali: a tutti i docenti precari che hanno svolto almeno 360 giorni di servizio deve essere permesso di conseguire l’abilitazione accedendo di diritto ai nuovi tirocini formativi a loro riservati. Chiedere loro, come ha intenzione di fare il Ministero dell’Istruzione, addirittura tre supplenze annuali è una irragionevole pretesa.

Successo della manifestazione FLI in favore dei docenti non abilitati con 360 gg di servizio

Patrizia Caira – Successo della manifestazione promossa dal prof. Giorgio Mottola, del FLI, che ha visto la partecipazione degli onorevoli Granata e Muro. L’Aula Nugnes del Palazzo del Consiglio Comunale di Napoli era gremita di precari che per l’occasione sono arrivati da tutta Italia. I precari, in possesso dei 360 giorni di servizio, rivendicano la possibilità di abilitarsi all’insegnamento, passaggio fondamentale per sperare poi nell’immissione in ruolo.

ADIDA: incontro pubblico 7 luglio a Roma con sen. Pittoni (Lega) e On. Zazzera (IDV)

Adida (associazione docenti invisibili da abilitare) – L’ associazione Adida organizza il 7 luglio ore 10.00 presso “l’Auditorium via Rieti” Roma un importante incontro pubblico, per fare il punto sulla questione dei docenti di III fascia in relazione alle ultime dichiarazioni del MIUR e agli emendamenti proposti al DM 249/2010 (TFA, tirocinio formativo attivo).

Emanato parere CNPI su TFA speciali: era opportuno prevedere i “360 giorni”

Lalla – Il 04 luglio 2012 il CNPI si è riunito per esprimere il parere sul documento trasmesso dal Ministero sull’avvio dei TFA speciali. Parere positivo subordinato all’accoglimento di alcuni emendamenti, che se attuati sono a favore dei docenti interessati dal provvedimento. Il CNPI avrebbe voluto i “360 giorni”

Richieste CONITP: attivazione corsi abilitanti per i docenti di ogni ordine e grado e requisiti di accesso

Il CONITP, innanzitutto si ritiene soddisfatto per l’accoglimento delle proposte espresse dal CONITP circa l’attivazione di una procedura abilitante per coloro che hanno maturato esperienza d’insegnamento, in merito però il CONITP espone alcune perplessità:

TFA: le risposte dell’USR Piemonte

Lalla – La CUB Scuola ci segnala le risposte che la delegazione CUB Scuola Università Ricerca (Bertelli, Scarinzi, Alfonso, Grassi, Guerrazzi) ha ricevuto in data 9 maggio 2012 dall’USR Piemonte, nelle persone della D.ssa Silvana Di Costanzo (Vice direttore regionale) e Dott. Stefano Suraniti (Dirigente Ufficio VI – Diritto allo studio e comunicazione).

Interrogazione parlamentare del FLI per chiarire “36 mesi di servizio” e destinatari del corso annunciato dal Miur

Lalla – Interrogazione parlamentare del 09 maggio 2012 degli On. Di Biagio, Granata, Barbaro e Muro in cui si chiede al Ministero se i 36 mesi siano riferiti ad anni solari o, più ragionevolmente, ad anni scolastici; se il servizio sia da ritenersi «comunque prestato» su più classi di concorso e su segmenti di supplenze temporanee; che risposte intenda dare ai docenti ex diplomati magistrali, ai docenti di laboratorio (ITP), a quelli di discipline artistiche e musicali, a quelli di strumento musicale e a quant’altri per i quali non è previsto dalle attuali disposizione, alcun tipo di accesso.

Il Miur si è accorto che esistono le Direttive comunitarie. Le applichi fino in fondo

Comunicato congiunto – Fa particolarmente piacere notare che con la nota del 08.05.2012 il MIUR si sia – finalmente – accorto dell’esistenza del D. Leg.vo 9/11/2007 n. 206 che recepisce la Direttiva 2005/36/CE, ed abbia, finalmente, ammesso che il riconoscimento dell’abilitazione è dovuto anche nel caso di effettivo svolgimento dell’attività professionale per almeno tre anni sul territorio dello Stato membro in cui è stato conseguito o riconosciuto il titolo di laurea. Ciò è quanto stabilito, infatti, dalla norma comunitaria. Non trova, invece, alcun riscontro giuridico l’ultimo enunciato, quel "previo apposito percorso di abilitazione".

Docenti precari con 360 giorni di servizio, abilitazione per ITP, posti eccessivi e reclutamento. I nodi del TFA

red – Come sia stato possibile che all’Università di Napoli sia stato concesso di attivare 15 posti di tirocinio formativo attivo nella classe di concorso A071, fortemente penalizzata dai tagli della Gelmini, e all’università di Padova 15 posti per la classe di concorso A016 ed altri 15 per la classe di concorso A072 quando vi sono docenti soprannumerari? Ce lo siamo chiesti già da tempo e l’ha fatto anche l’On Siragusa in una interrogazione parlamentare.