L’importanza dell’esperienza

Tiziana – Vorrei fare il punto sul fatto che, al Tfa speciale, dimezzeranno i punteggi legati agli anni lavorativi per non contravvenire alle aspettative dei neo laureati. Ho una figlia di 20 anni e sento il problema della ricerca del lavoro, ma sento anche di dire qualcosa ai sindacati e al ministro, senza toccare i giovani neolaureati che anelano alla sicurezza lavorativa e che capisco.

TFA speciali, prende corpo l’ipotesi di un anno su tre di servizio specifico per accedere ai corsi. Si riducono le possibilità per i docenti già abilitati

Lalla – Sembrerebbe essere quella della FLC CGIL l’ipotesi più accreditata come requisito per l’accesso ai TFA speciali: almeno un anno di servizio specifico nella classe di concorso richiesta, più altre due annualità. Ogni anno di servizio deve essere composto da 180 giorni di servizio o ininterrotto dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale. Questa ipotesi rischia, nei fatti, di escludere molti docenti già abilitati aspiranti al TFA speciale per classe di concorso nella quale magari non hanno mai lavorato, ma il cui titolo darebbe 3 punti nella Graduatoria ad esaurimento.

Cosa non andava nei corsi abilitanti per docenti con 365 giorni di servizio?

Tiziana – Insegno da 10 anni priva di abilitazione.Ora leggo le norme per accedere al TFA speciale e rimango allibita. Non dico che si sarebbe dovuto applicare il riferimento alle norme europee, perche’ mi rendo conto che sarebbe un sogno per noi tutti, ma mi chiedo il perche’ di tanto accanimento nei confronti dei precari con esperienza.

Avrebbero fatto meglio a far decadere il progetto dei TFA speciali piuttosto che approvarli in questa forma

inviata in redazione – Salve, sono un insegnante precaria iscritta nelle graduatorie di III fascia di istituto. Dopo aver visionato i decreti attuativi dei TFA Speciali provo sdegno, rabbia e delusione; soprattutto mi chiedo come sia possibile che l impianto normativo definitivo dei TFA Speciali sia stato così stravolto rispetto alle bozze iniziali sulle quali man mano si sono espressi i diversi organi consultivi. È stato istituito uno “specchietto per le allodole”. Viva la democrazia.

TFA speciali. Se il test selettivo va male, forti possibilità di non conseguire l’abilitazione

Ambra – Gentile redazione. Ho letto con molta attenzione il punteggio attribuito ai quiz…in pratica con un punteggio pari a zero il voto massimo che si puo’ conseguire all’ abilitazione e’ di 65, sperando di raggiungere un voto alto agli esami in itinere e alla prova finale… Vi e’ una possibilita’ non troppo remota di non giungere all’ abilitazione! L’ hanno proprio studiata bene! Grazie

TFA speciali. Le FAQ elaborate da UIL Scuola

Lalla – la UIL Scuola ci presenta una scheda di lettura dei decreti emanati dal Miur il 25 marzo 2013, di istituzione dei TFA speciali. Si noti la mancanza della Faq oggi più importante sui requisiti di accesso al percorso, dato che già 3 sindacati nazionali hanno proposto tre versioni differenti di interpretazione del testo (nonchè dell’informativa ricevuta nelle riunioni al Ministero).

A questo punto è meglio sostenere l’approvazione di un secondo ciclo TFA ordinario con un numero maggiore di posti

A. Frontani – Gent.le redazione, riflettendo sul test “non selettivo” del tfa speciale, penso che a questo punto sarebbe molto meglio anche per chi ha tre anni di servizio e si sente giustamente competente respingere il tfa speciale e sostenere l’approvazione di un nuovo concorso tfa ordinario con un numero maggiore di posti (secondo il fabbisogno di ogni classe, che Lucrezia Stellacci sostiene sia molto superiore al calcolo dell’anno passato).

TFA Speciali: le ultime “trovate” del Ministro Profumo

Adida – Che qualcosa bollisse in pentola, ci sembrava evidente, tanto era il tempo di giacenza della modifica al Dm 249/2010 sulla scrivania del Ministro. Ma che, dopo l’iter di mesi di consultazione che una bozza completamente diversa ha effettuato, si arrivasse a qualcosa di totalmente altro, proprio non se lo aspettava nessuno, né noi né i sindacati.

TFA speciali: il test nazionale sarà una deblacle per il MIUR

Piero – Il decreto per l’attivazione dei TFA speciali è stato finalmente approvato: dopo una attenta lettura del testo è stato evidente a tutti che l’approvazione nascondeva una sorpresa. Infatti, il MIUR ha previsto un test nazionale, da un lato per regolare in maniera graduale l’accesso al corso, dall’altro per formare parte del punteggio del TFA speciale.

E’ stato tolto ogni valore al corso di laurea in Scienze della formazione primaria

Luca – Io, abilitando in Scienze della formazione primaria (con anni di servizio contemporaneo al corso di laurea non valutabile ai fini del punteggio), ringrazio chi ha escogitato questo sistema ingegnoso di inserimento in II fascia GI che ha equiparato i quattro anni di percorso universitario a un corso abilitante di sei mesi.

FLC CGIL catastrofica: i TFA ordinari salteranno un anno

Lalla – Il comunicato della FLC CGIL sul decreto di istituzione dei percorsi speciali abilitanti è molto duro con il provvedimento in sè e con il Ministro Profumo. In chiusura un commento che lascia perplessi su un dato mai emerso dai comunicati del Ministero “Questa scelta inciderà anche sull’attivazione dei TFA ordinari che a questo punto probabilmente salteranno un anno e saranno riattivati solo nel 2013/14”.

TFA ordinario Molise, lezioni non ancora avviate

inviato in redazione – Gentile Redazione, siamo ormai alle porte di aprile e all’Università degli Studi del Molise il TFA ordinario non è ancora iniziato. Dopo i test di preselezione di luglio, le prove scritte di ottobre e quelle orali di dicembre/gennaio, pensavamo, ahinoi ingenuamente, che i corsi sarebbero iniziati a febbraio. Oggi è 25 marzo e non abbiamo neanche un calendario dettagliato, pubblicato su una qualche pagina web, che ci assicuri l’imminente inizio delle lezioni.

Tfa speciali. Era così difficile pensare all’inserimento per anzianità di servizio?

Stefania – Gentile redazione, scrivo per sottoporre all’ attenzione di tutti il problema Tfa Speciali. Dico problema perche’ ormai sta diventanndo sempre piu’ difficile per noi con tanti anni di servizio conseguire la tanto desiderata abilitazione, che forse non cambierebbe la nostra posizione lavorativa, visti i continui tagli, ma che vedrebbe riconosciuto un diritto a tanti che in questi anni hanno permesso alla scuola di funzionare.

La mia storia da precaria di III fascia

Elena Lorenzi – Mi sono diplomata all’ istituto magistrale nel 2000 con l’illusione, che mi avevano dato, di avere l’abilitazione. Ho iniziato fin da subito a fare PER ANNI “supplenzine “ di qualche giorno qua e la che non includevano mai sabati, domeniche e ferie (il contratto terminava il giorno prima della vacanza e se la supplenza continuava, mi rifacevano altro contratto dopo la vacanza).

TFA speciali: meglio raccontati che letti

Giacomo – Gentilissima Lalla, sono ormai molti giorni di cui leggiamo dei decreti finali inerenti i TFA SPECIALI, la loro attuazione e i punteggi da attribuire alle abilitazioni sia per ordinari che speciali: per quanto se ne racconta e si legge in giro, tali decreti sono completamente diversi da quelli che sono stati proposti a CPI – CUN – CNSU – CNAM – CONSIGLIO DI STATO – ORGANIZZAZIONI SINDACALI – ASSOCIAZIONI VARIE – PARLAMENTARI DI TUTTE LE AREE POLITICHE, etc. etc.