Chiamata diretta, Lombardia contro il resto del mondo

red – Ieri la regione Lombardia ha approvato l’articolo 8 della legge regionale ‘misure per la crescita, lo sviluppo e l’occupazione’ contenente la chiamata diretta dei docenti. In realtà la proposta, a differenza di quanto semplificato dalla stampa, è che gli istituti professionali statali possano offrire percorsi di istruzione e formazione professionale che consentano il conseguimento della qualifica e del diploma professionale rispettivamente al terzo e al quarto anno. Per i docenti da reclutare per questi percorsi è prevista la “chiamata diretta”, che non vuol dire chiamata diretta tout court di tutti i docenti. Ma ciò che conta è il principio, anzi, la prospettiva (come è stato ben esemplificato da Valentina Aprea, assessore all’istruzione della regione Lombardia).

Di Giuseppe (IDV): Interrogazione sull’assegnazione dei punteggi per l’accesso al TFA

On. Anita Di Giuseppe – “Ho appena depositato un’interrogazione a risposta scritta rivolta al Ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, su sollecitazione di richieste provenienti dal mondo della scuola.” -cosi l’On. Anita Di Giuseppe , componente del dipartimento cultura ed istruzione dell’IdV – “Tra i lasciti del Ministro Gelmini infatti c’è un decreto che disciplina lo svolgimento dei tirocini formativi attivi, ed a seguito di quella scellerata riforma ormai i TFA sono l’unico canale di accesso all’abilitazione.

Sostegno: Anief organizza il corso di formazione per la preparazione al test

comunicato commerciale ANIEF – Con i supervisori delle SSIS ed esperti del settore, utile a
superare la prova di accesso a numero programmato, per i docenti abilitati
che intendono frequentare i corsi universitari per il conseguimento della
specializzazione su sostegno. Prevista la simulazione del test e la
consultazione del materiale didattico. Costo 100 euro. Scadenza iscrizioni
30 aprile, invio mail a [email protected]